luciavLucia Vergnano nasce a Torino nel 1983.
All’età di cinque anni inizia a praticare la ginnastica ritmica. Dopo solo due anni entra a far parte della squadra “Società Ginnastica Torino” e partecipa alle prime gare e ad otto anni si classifica quinta a livello regionale.
Ad undici anni inizia a studiare danza classica presso la scuola Nuovo Step a Torino. Oltre alle lezioni di danza classica inizia a studiare tecnica di punte, repertorio classico e danza contemporanea.
Nel 1998 tramite audizione vince una borsa di studio per frequentare l’Accademia di danza del Teatro Nuovo a Torino. Lì studia danza classica con le maestre della scuola cubana: Maria Helena Fernandez, Maria Eugenia Reyes e Ramona de Saa. Danza contemporanea e repertorio classico. Fa parte degli spettacoli dell’Accademia ballando come corpo di ballo nel Don Quixotte e nel Lago dei Cigni. D’estate frequenta stage estivi a Vignale danza e a Firenze studiando con maestri di fama internazionale.
Nel 2000 tramite audizione vince la borsa di studio per andare a studiare presso la Scuola del Balletto di Toscana dove continua a studiare danza classica e repertorio con l’insegnante Barbara Baer, danza contemporanea con Brunella Baldi ed il repertorio del Balletto di Toscana con i ballerini della compagnia Armando Santin e Simonetta Giannasi. Nello spettacolo di fine anno balla una variazione tratta dal balletto classico Paquita. Con la medesima variazione nel 2001 si presenta al concorso di Castiglioncello classificandosi al secondo posto.
Nel maggio del 2002 partecipa al primo spettacolo, all’interno della Rassegna Fabbrica Europa a Firenze, del Balletto di Toscana Junior dove balla coreografie di Fabrizio Monteverde, Brunella Baldi, Rosanna Brocanello e Armando Santin.
Nel giugno del 2002 inizia a lavorare al Balletto di Roma diretto artisticamente da Cristina Bozzolini, Franca Bartolomei e Walter Zappolini dove rimarrà per sei anni.
In questo periodo interpreta il ruolo della mamma di Giulietta in “Giulietta e Romeo” di Fabrizio Monteverde, viene montato per lei un passo a due dalla coreografa Milena Zullo all’interno del Don Chisciotte, balla un solo nella coreografia “Turnpike” di Mauro Bigonzetti, un passo a due in “Noon” di Eugenio Scigliano. Partecipa alla creazione di “Cenerentola” di Fabrizio Monteverde all’interno della quale interpreta una sorellastra ed alla crezione di “Bolero” dello stesso coreografo. Con la Compagnia gira tutta l’Italia ballando nelle più importanti città italiane tra cui Torino, Milano, Bologna, Palermo, Cagliari e Roma. La compagnia viene invitata per tre anni consecutivi a fare parte come corpo di ballo al teatro Regio di Parma nelle opere liriche Turandot, Aida e Macbeth ballando coreografie di Amedeo Amodio.
Nell’estate del 2003 lavora come solista al Teatro Massimo di Palermo nella produzione di “Romeo e Giulietta” di Amedeo Amodio interpretando il ruolo di un’amica di Giulietta al fianco di Eleonora Abbagnato.
Nel dicembre del 2005 torna di nuovo a ballare al Teatro Massimo di Palermo partecipando allo “Schiaccianoci” di Amedeo Amodio dove, come solista, balla la danza cinese nel divertissement del secondo atto.
Dal 2008 ad oggi lavora come solista nella compagnia Aterballetto. Per lei sono stati creati dal coreografo Mauro Bigonzetti: un solo in Come un respiro ed un passo a due in Certe notti. Partecipa alla creazione di Casanova di Eugenio Scigliano e di Alice di Francesco Nappa nel ruolo della sorella di Alice. Balla coreografie di Forsythe e Joan Inger.
Nel agosto del 2011, dopo aver frequentato il corso di un anno, passa a pieni voti l’esame per poter diventare Trainer di Gyrotonic.
Con la compagnia partecipa a tournè internazionali ballando in Francia, Spagna, Germania, Corea del Sud e Cina.