Gaetano Gaiola

Docente-Coreografo Modern/Contemporaneo
Tecnica Humphrey-Limon e Teatro-Danza

Nel 1997 Inizia la disciplina della Danza con Rita Rambaldi presso la scuola Fantasy Rock Bologna dove oltre alla danza Moderna studia Classico e Contemporaneo.
Continua I suoi studi nella Danza frequentando Stages e lezioni con maestri di Contemporaneo e Modern di livello e fama internazionale quaili:
Mia Molinari, Silvio Oddi, Michele Merola, Mauro Astolfi, Daniele Ziglioli.
Nel 2001 all´età di 18 anni entra a far parte come ballerino nella Compagnia Bolognese di Musical “Undicimenodue” nella Produzione di “Cats” con la regia di Enrico Picinni Leopardi
Dal 2001 al 2002 Partecipa a varie Competizioni Nazionali ed Europee Uisp Lega Danza nella Categoria “Passi a due”
• Campionati Italiani San Benedetto del Tronto Classificandosi al 2 Posto
• Trofeo Nazionale Citta di Palmanova Classificandosi al 1 Posto
• Campionati Italiani Rimini Classificandosi al 2 Posto
• Trofeo Nazionale di Empoli Classificandosi al 1 Posto
2001 Ballerino televisivo nel Corpo di Ballo di “Domenica In” Rai uno
2002 Ballerino nella Compagnia “Undicimenodue” Produzione Teatrale “Carmen”
Dal 2002-2004 Insegnante di danza Moderna presso le scuole New Heavy Gym e Blue Dance (Modena)
2004 Collabora come Ballerino e Coreografo Per la Compagnia “Eliadi” diretta da Manon Peronne presentando il Progetto “A fior di Pelle” per il Festival Internazionale “Teatro dei Ragazzi” Modena
2004-2006 Segue due anni di Formazione Intensivo al “Cafedance Lignes et Espace” di Marsiglia (Centro di Formazione Professionale per L`insegnamento della danza e la preparazione della carriera di danzatore.
2006 Supera L`E.A.T (Attestato Attitudinale per la Danza) per il Ministero della Cultura Francese specializzandosi come Insegnante di Modern Dance.
Durante il Biennio Accademico studia: Modern (tecnica Graham), Contemporaneo (Tecnica Humphrey- Limon) Classico, Pedagogia, Anatomia, Formazione Musicale e storia della Danza. Continua I suoi studi anche fuori dall`Accademia frequentando Stage e lezioni con Maestri francesi quali: Patrice Valero. Alain Gruttadauria, Angelin Preljocaj, Nicole-Claire Perrau, Helene Massia, Anna Sanchez.
2006-2008 Ballerino nella Compagnia di danza Contemporanea “ArtemisDanza” diretta da Monica Casadei nella Produzione “BrasilPass” in Brasile.

2009-2010 Insegnante di danza Moderna presso la Studios Health Club di Sassuolo.
2011-2013 Insegnante presso L’Accademia “Coreutica Academy Dance” di Modena
2011 Vincitore come Coreografo con la Compagnia “Eliadi” alla Prima Edizione del Concorso Modenese “Danzando in Tour” con la Coreografia “Psicofisico”
2012 Vincitore come Coreografo della seconda edizione di “Danzando in Tour” con la Coreografia “Flamme”
2011 Collabora in varie Produzioni Teatrali con l`Accademia di Spettacolo “Talentho” di Modena creando coreografie per attori e cantanti.
2013 Tesserato come Giudice e Responsabile della Disciplina Modern per l´Associazione Italiana Lega Danza UISP.
2012-2013 Ha seguito e incentivato L’insegnamento della danza a ragazzi Diversamente Abili nella scuola “Coreutica Academy Dance” e promuovendo un proprio metodo di Avviamento alla Danza Modern/Contemporanea per allievi dai 6 ai 9 anni.
2013 Coreografo della Produzione “Nero40 Chronique des Annees Noires” per la Compagnia “Eliadi” all`Espace Culturel Ferrals-les Corbieres (Francia)
Dal 2011 al 2013 Membro degli insegnanti agli Stage estivi “SestolaDanza”
2013 Perfeziona il suo Stile entrando a far parte nel Percorso Formativo per Insegnanti /Coreografi “Dance Intensive” alla “Tanzfabrik” di Berlino dove collabora con vari Artisti Tedeschi e Italiani in progetti didattici e produzioni Teatrali di danza Contemporanea e Teatro-Danza.
• Christof Winkler nella Compagnia “Rubato”
• Toula Limnois Progetto didattico al Teatro “Halle”
• Livia Patrizi nel Progetto “Tanzzeit”
2013-2017 insegnante di Modern-Contemporaneo presso Coreutica Academy di Modena, Coreografo per la compagnia giovanile Eliadi.
I miei Progetti futuri nella danza sono chiari ma sempre in via di elaborazione e dipendono principalmente da quello che sarà il mio viaggio negli anni e dalle esperienze professionali, ciò nonostante i miei obiettivi sulle soluzioni dinamiche e vocabolario di danza sono consolidate nella mia mente, dopo 16 anni di formazione. La mia è una danza fisicamente presente e aperta al concetto di riempire la chinosfera e lo spazio con il movimento, sentieri stretti intorno al corpo, curve e spirali in un rapporto costante fra le braccia e il petto oltre alla possibilità sempre presente di spezzare i livelli creando una densità nello spazio in cui mi piace essere avvolto. I gesti rubati dalla quotidianità, i cambi di velocità del movimento, la tensione e il rilascio del corpo, la presenza o l’assenza di suoni e di musica. Mi piace immaginare lo spazio come trappola o come via di uscita
Sentimenti e situazioni estreme hanno sempre attirato la mia attenzione. Mostrare come il corpo possa incarnare un’esperienza esasperandola dando visibilità a ciò che è invisibile in natura e offrendo visioni nude che lasciano vedere attraverso le cose. È questo che resta nella mia danza.
Il viaggio intrapreso in Germania è data dal voler ricercare e consolidare il mio lavoro come Coreografo esplorando più da vicino il Teatro-danza e la Danza Espressionista Tedesca indagando in maniera diretta il rapporto tra Coreografia e Architettura, il movimento e Paesaggio Urbano e poi la Danza intesa come Teatro della Vita.